Lanciare un’app senza passi falsi

“I bravi funamboli non appoggiano il piede di colpo, ma prima la punta, poi la pianta e infine il tallone.”

5 minuti di lettura

Lanciare un'app senza passi falsi

Ogni giorno nuove idee di app vedono la luce, grazie alle startup che le lanciano sul mercato in risposta alla domanda della società moderna, dove tutto è a portata di click (ma anche di tap).

Se sei uno startupper e ti stai chiedendo se esiste già un applicazione simile a quella che hai in mente, la risposta è: probabilmente sì.

Non per scoraggiare le tue ambizioni imprenditoriali, ma è giusto sapere che, quando lancerai la tua applicazione sul mercato, altri business (simili al tuo?!) si contenderanno lo spazio sotto i riflettori.

Tutta questa premessa per farti comprendere la grande sfida che oggi le startup si ritrovano ad affrontare: attirare l’interesse dell'audience in un mercato molto saturo.

Eppure, nonostante tutte queste difficoltà - una volta ogni tanto - capita che un’applicazione spicchi e si distingua dalle altre.

Potresti pensare che sia tutto un gioco di fortuna, ma secondo il nostro team di esperti non si tratta solo di questo. Ciò che serve ad un’app per avere successo è una base solida, dove devono esserci: pensiero critico, analisi e una pianificazione accurata del progetto; il tutto ancor prima di partire con il processo di sviluppo.

Ecco, dunque, lo scopo di questo articolo: portare alla tua attenzione i passi che, per esperienza, riteniamo adeguati per chi, come te, ha deciso di passare all’azione realizzando l’applicazione tanto sognata.

Valuta la dimensione del tuo progetto e il budget per realizzarlo

Il primo punto da chiarire riguarda la dimensione del progetto che vuoi sviluppare.

Se pensi che la tua idea non sia così complessa da aver bisogno di qualcuno per svilupparla, allora dovresti considerare di imparare a programmare e poi sviluppare la tua app. Ovviamente questa soluzione sarebbe adatta a te solo nel caso in cui tu sia totalmente sicuro di aver tempo da dedicare all’apprendimento di tutte le sfaccettature della codifica e dello sviluppo di app.

In questo modo, avresti il pieno controllo del tuo progetto risparmiando soldi da destinare ad altri obiettivi - cosa molto importante per le piccole startup.

Tuttavia sappiamo che sviluppare software non è per tutti.

Allora, se preferisci investire il tuo tempo dedicandolo ad altre attività, dovresti prendere in considerazione la possibilità di contattare uno sviluppatore freelance o un team di sviluppatori di app; tutto dipende dal budget e dai risultati che vuoi ottenere.

Se le risorse economiche che hai a disposizione dovessero essere limitate, allora dovresti farti affiancare da un freelance.

Presta però molta attenzione!

Se consideri le varie attività che lo sviluppatore deve gestire (testing, supporto, ottimizzazione, ecc), ricorda che UNA SOLA PERSONA può arrivare fino a un certo punto.

Se, invece, hai la possibilità di investire un budget più elevato e vuoi sentirti più tranquillo, ti consigliamo di contattare un team di sviluppatori di verticali ed esperti in quel settore. Questa mossa ti permetterà di intraprendere un percorso più fluido, sicuro e con meno preoccupazioni.

Conoscere lo scopo e le risorse che hai per la tua app è un vantaggio che dovresti sfruttare. È sempre meglio essere realisti, conoscere con chi stai lavorando, e quanto sei disposto ad investire nel progetto.

Quindi, gestendo input e aspettative, sai se puoi (e vuoi) impegnarti ad un livello più alto del necessario.

Vieni a scoprire Mecha!

Con DuckMa Configurator potrai configurare in autonomia la tua App e conoscere in anticipo l'investimento richiesto.

Determina il tuo target di utenti, studia le buyer personas e i loro comportamento sull’app

Perché un’applicazione possa avere successo è fondamentale pensare all’esperienza dell’utente finale che deve essere messo al centro del tuo progetto.

Gli elementi principali per capire la tua audience sono: i dati demografici e quelli psicografici.

Per ottenere i dati demografici di cui hai bisogno, devi porti le seguenti domande:

  • Qual è la fascia d’età degli utilizzatori dell’app?
  • In quale area geografica si trovano?
  • Qual è il loro livello scolastico?
  • Il livello di reddito?
  • Qual è il loro impiego?

Successivamente, devi specificare i dati psicografici degli utenti, ovvero le loro caratteristiche psicologiche; considera:

  • le attitudini
  • i valori
  • gli interessi
  • lo stile di vita
  • il loro comportamento d’acquisto

Una volta terminata questa analisi, dovresti aver identificato in modo più chiaro i tuoi utenti finali.

Con tutte queste informazioni, avrai un’idea migliore di come la tua app soddisferà i bisogni all’interno del tuo mercato, e quindi di come ottenere più notorietà agli occhi degli utenti.

Ricerca. Ottieni informazioni. Prova la tua idea.

Pensare alla tua app come alla gallina dalle uova d’oro che ti farà lievitare il tuo conto in banca è un pò un’utopia che purtroppo, inizialmente, molti startupper hanno pensato, prima di scoprire che il successo di un’app non si fonda esclusivamente su una buona idea.

Sviluppare un’app non è uno scherzo. Come in una partita di poker, stai mettendo sul piatto il tuo tempo e le tue risorse, senza però avere la certezza di vincere la mano. Tutto è lasciato alle sensazioni positive, a ciò che ti immagini possa di buono accadere dopo il lancio della tua applicazione, alla tua ottimistica valutazione del mercato a cui ti rivolgi.

Sei proprio disposto a giocare d’azzardo e a rischiare i tuoi soldi senza avere valutato a fondo il tuo progetto?

Cosa fare, dunque, per non perdere quella sicurezza iniziale, ma anzi andarla a confermare con dati alla mano?

Non sarebbe male fare qualche ricerca per raccogliere il maggior numero di informazioni che ti possono supportare nella fase decisionale del progetto.

Consiglio 1 - Parla con un esperto

Innanzitutto, ti consigliamo di consultare un esperto chiedendo consiglio in merito alla tua idea e alla sua fattibilità.

Parlane con team che sviluppano app ogni giorno. Loro quotidianamente raccolgono richieste e idee per realizzare applicazioni e sono in grado, proprio per la loro capacità di analisi e l’esperienza sul campo, di individuare i punti deboli e quelli di forza del tuo progetto.

Consiglio 2 - Ascolta il tuo target

L’altra cosa da fare, è ottenere informazioni a proposito del tuo mercato.

È sempre positivo ascoltare i pareri dei tuoi utenti finali.

Come puoi farlo?

Puoi condurre una discussione di gruppo oppure, puoi sviluppare la tua app sul modello MVP (Minimum Viable Product).

Il concetto è presto spiegato: prendi la tua idea, analizzala in ogni dettaglio, determina quali sono le funzionalità che ritieni fondamentali perché la tua applicazione possa incontrare l’interesse degli utilizzatori finali e poi caricala sugli store per Android e iOS.

Questa applicazione, sviluppata con le funzionalità chiave pensate per soddisfare i primi utenti che la utilizzano ti consente di fare un investimento ponderato e al contempo di raccogliere i primi riscontri dal mercato d’interesse. In questo modo potrai validare la tua idea, capire cosa funziona e cosa va perfezionato. Sarai in grado di interagire con gli utilizzatori della tua applicazione sottoponendoli un questionario dal quale ottenere informazioni per i successivi sviluppi.

Una soluzione MVP porta un doppio vantaggio: permette di testare l’app sul mercato e di raccogliere le reazioni degli utilizzatori.

Il feedback che estrai diventa la base per sviluppare il set finale dell’app, completo di tutte le funzionalità per il rilascio del prodotto su larga scala.

Sii creativo nel far risaltare il tuo prodotto.

Questa parte è cruciale.

I tuoi user finali potrebbero porti le seguenti domande:

  • Cosa offri in più rispetto ai tuoi concorrenti?
  • Quale problema risolve, esattamente, la tua app?

Se sei in difficoltà nel trovare risposte a questi due quesiti, allora la tua applicazione potrebbe avere un problema di identità e unicità.

Per evitare di sviluppare un prodotto uguale a quello di altre 10-15 aziende, il passo successivo è quello di identificare i tuoi competitors e analizzare le loro soluzioni cercando di individuare i loro punti di forza e di debolezza.

Conoscere i tuoi competitors e le loro soluzioni accresce il tuo vantaggio competitivo nel medio-lungo periodo.

Il modo migliore per farlo è scaricare la loro app e utilizzarla trovando pregi e difetti. Una volta fatto questo, integra nella tua app le soluzioni che adotteresti.

L’obiettivo è fare in modo che i tuoi utenti scelgano di scaricare la tua app invece delle altre.

Ricorda: avere un unico punto di forza, che può essere semplicemente quello di rendere migliore la user experience, oppure avere un design esteticamente gradevole, ti permetterà già di fare molta strada!

Massimizza la ricerca e il potenziale della tua app

La tua applicazione sta avendo un discreto successo sugli Store. E’ arrivato il momento in cui inizi a intravedere la possibilità che la tua applicazione possa generare fatturato e quindi ti ripaghi del tuo investimento e possa generare un profitto.

Inizia allora a misurare il ROI (Return on Investment) della tua app in base alla sua ricerca e alla sua frequenza d’uso.

Da dove partire per potenziare le possibilità e la visibilità della tua applicazione?

Sarebbe ottimo predisporre un buon piano marketing ancora prima della pubblicazione dell’applicazione. In questo modo renderesti gli utenti consapevoli dell’esistenza del tuo prodotto.

La campagna di marketing deve essere fatta su misura per il mercato e il target a cui ti rivolgi in modo che sia più predisposto a scaricare la tua app.

Ricorda: il numero di download della tua app migliora il posizionamento organico nei motori di ricerca di App Store e Google Play rendendola maggiormente visibile a più persone.

Altra possibilità di rendere visibile la tua app è di promuoverla utilizzando pubblicità a pagamento.

Raggiungendo un buon numero di utenti e instaurando un buon rapporto con loro, potresti essere in grado di monetizzare la tua app incorporando annunci, predisponendo il download a pagamento o servizi in abbonamento.

Per concludere, sebbene questi suggerimenti possono aiutarti nell’avvio del tuo progetto, ricorda che non esiste una ricetta unica e perfetta per creare un'app di successo.

Muoviti sempre con leggerezza e a piccoli passi, pondera ogni decisione, non adagiarti sulle tue convinzioni e anzi mettile in discussione, affronta ogni ostacolo avendo sempre un piano B che ti permetta di aggirare il problema.

Cerca di avere sempre al tuo fianco persone competenti che ti possa guidare e darti sempre una direzione in cui andare senza commettere (troppi) errori.

Se hai domande o hai bisogno di chiarirti le idee, sentiti libero di inviarci un messaggio!

Amiamo il nostro lavoro e siamo disposti a condividere le nostre competenze alle persone con grandi sogni e grandi progetti.